Centro di accoglienza “Casa Veronica” - Sito Comunità San Giovanni Battista

Vai ai contenuti

Menu principale:

Centro di accoglienza “Casa Veronica”

Attività

preghiera

Comunità di tipo familiare mamma - bambino e
per donne in situazione di marginalità sociale

Un valore che vogliamo vedere “circolare” nella nostra Comunità certamente è l’ascolto.

È l’atteggiamento che ripetutamente nel Vangelo viene posto per invitarci ad avere da un lato fiducia nell’azione dello Spirito e dall’altra ad essere attenti ai bisogni “dell’altro”. Ebbene, Casa Veronica è un progetto che nasce proprio da questo atteggiamento: siamo venuti a conoscenza di situazioni che aumentano la richiesta di aiuto da parte di donne che sono sfruttate, non rispettate, non amate; molte di loro sono arrivate a convincersi che non valgono niente: alcune si vendono, altre soffrono e poi non riescono più a capire cosa significa amare, essere amate e rispettate.

Nel nostro piccolo intendiamo dare, con questo progetto, una risposta attraverso l’accoglienza di donne che stanno vivendo una profonda e pericolosa sofferenza. Casa Veronica vuole dare subito un aiuto all’emergenza esistenziale e familiare, e progressivamente agire sui cambiamenti necessari, sotto i diversi aspetti, psicologici, sociali, economici. Vogliamo cercare insieme di capire il perché queste persone si sentono nel “vuoto” in modo da poter individuare possibili sentieri per ridare un  senso alla vita, alla condivisione e alla comunione con gli altri.

Come Comunità, vogliamo creare “un luogo” - appunto Casa Veronica - dove possano trovare un ambiente  sereno positivo e di speranza dove fermarsi per un   periodo di tempo utile per il supporto alla loro sofferenza/disagio. Uno spazio dove programmare un nuovo progetto di vita, recuperare le energie, le risorse, la consapevolezza del proprio valore, la capacità genitoriale, contrastare il rischio di isolamento, ritrovare la dignità, la creatività, la facoltà di operare scelte autonome e, dove possibile, una reintegrazione adeguata nella famiglia/realtà di appartenenza.

Siamo convinti che l'autonomia si possa raggiungere  attraverso l'acquisizione di valori fondamentali nella gestione della vita quotidiana, dando ad ogni giorno i giusti ritmi e i possibili impegni per recuperare al meglio la dimensione tempo.

Partendo dall’analisi dei bisogni prioritari e delle risorse a disposizione della persona, si cerca di stabilire una relazione costruttiva basata sulla conoscenza e sulla fiducia, si verifica insieme l’andamento del percorso e si programmano i passi successivi. Si terranno periodicamente dei colloqui per ascoltare ed accompagnare la donna a rielaborare i propri vissuti di fragilità, ma anche individuare e accogliere le proprie qualità e i punti di forza; riconoscere le fatiche e le difficoltà, ma anche le soddisfazioni e i desideri.

La scelta del nome “Casa Veronica” è per ricordare Santa Veronica, che ha soccorso Gesù mentre percorreva il Calvario sotto il peso della croce. In ogni persona sofferente noi dobbiamo vedere il volto di Cristo e, come la Veronica, portare consolazione con la nostra presenza nel rispetto e carità, in un momento particolare e doloroso della loro vita.

Se in un primo momento la donna in difficoltà ha la necessità di trovare risposte ai principali bisogni quotidiani (vitto, alloggio, protezione), la radice dei disagi delle donne che incontriamo, sta nella scarsa autostima, nella rassegnazione al peggio. Il principale lavoro richiesto alla Comunità per aiutare queste donne sarà quello di accompagnare ognuna di loro a ritrovare dentro di sé l’amore verso se stesse per ricominciare con forza e determinazione una strada nuova.

Contatti

Progetto Casa Veronica
Via Maggiore, 226
36010 Roana (VI)
Tel. 0424.467138
fax 0424.1940693
e-mail: casaveronica@csgb.it

Attualmente progetto prevede l’accoglienza di due donne/donne con figli, ma in prospettiva non lontana la Comunità ha in progetto la costruzione di una struttura adeguata per l’accoglienza di più nuclei di donne/donne con figli, fino ad ospitare circa 10 nuclei.

Le richieste possono essere inoltrate attraverso i servizi socio sanitari di competenza dell'Ulls 3 di Bassano del Grappa. La durata della permanenza nella casa è legata alle singole situazioni; non potrà comunque andare oltre sei mesi per evitare che si generi un meccanismo di dipendenza e di conseguente limitazione dell’autonomia. In alcuni casi, dove necessario, la permanenza può essere prorogata fino ad un anno.


In caso di “presenza” di minori, essi vengono accolti con la propria madre per offrire loro un luogo sereno per lo studio e per il gioco. Tenendo in considerazione l’età del minore, si facilita l’inserimento nel territorio perché i minori usufruiscano delle strutture scolastiche, di spazi ricreativi e socializzanti.

Il progetto sarà gestito dalla nostra Comunità ma in sinergia con i Servizi Sociali dei Comuni, i Servizi di Promozione Familiare delle ULSS/ASL, i Centri affidi, le Forze dell’ordine.


Copyright © 2010 - Comunità San Giovanni Battista - Associazione privata di fedeli

Via Maggiore 226 - ROANA (VI) - TEL. 0424-46.71.38 FAX 0424-1940693 E-MAIL: info@csgb.it

Area Riservata

Top

Privacy Policy - Cookies Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu